Con la CEI ai Campionati Studenteschi a Squadre

La squadra del CEI e il Tecnico Merendino

La squadra del CEI e il Tecnico Merendino

Dopo uno sfortunato campionato regionale che ha visto l’Istituto Gonzaga arrivare solo quarto ai Campionati Regionali delle Scuole Primarie, certamente per merito dei nostri avversari ma anche per qualche demerito nostro, si è aperta improvvisamente per i ragazzi del CEI la possibilità insperata di partecipare alla finale nazionale di Sibari dovuta al ritiro delle squadre qualificate.
Appena è stato ufficializzata la rinuncia della terza classificata (a ruota dopo il ritiro delle prime due) I genitori dei ragazzi della Cei insieme alla direttrice Burrafato hanno dato la loro immediata adesione. La scuola ha provveduto a fornire il mezzo per la trasferta, un pulmino nove posti affidato al Sig Quattrocchi papà di Alessandro, il nuovo innesto della squadra che avrebbe portato tutti insieme alla Finale.
Il Tecnico accompagnatore Riccardo Merendino partiva invece il giorno prima accompagnando il responsabile nazionale della manifestazione, Giuliano D’Eredità. Inutile sottolineare l’entusiasmo febbrile dei quattro ragazzi che hanno reso le sei ore di guida quantomeno “vivaci”.

20160514_082854
Giunti a Sibari siamo rimasti subito colpiti dalla struttura alberghiera. Si è trattato del complesso turistico Minerva Club Resort formato da tre villaggi Minerva, Marilusa e Maregolf, situati nella marina di Sibari a meno di un km l’uno dall’altro, serviti da navette e trenini in modo assolutamente efficiente e continuo, cosa che ha permesso lo spostamento dall’albergo alla sede di gara di circa 2000 persone tra giocatori e accompagnatori, senza alcun problema.

093
Unici quindi a difendere i colori della Sicilia tra le scuole primarie i nostri quattro ragazzi hanno vissuto le ore di gara con serenità preoccupandosi, se mai, di divertirsi il più possibile nei momenti di pausa, obiettivo facilmente raggiunto tra piscine, campi di gioco, scacchi giganti e tanto altro.
Divertente l’approccio con molte formazioni la cui età media era di 9/10 anni che vedendo i nostri piccoli li battezzavano immediatamente come “facili prede” salvo poi a dovere fare i complimenti a fine incontro. Il nostro team era composto da Federico Giammona, Roberto Zoncu, Gioele Mercanti e Alessandro Quattrocchi tutti, seppur con diversa esperienza, per la prima volta coinvolti in un evento così particolare.

Federico Giammona

Federico Giammona

Roberto Zoncu

Roberto Zoncu

Gioele Mercanti

Gioele Mercanti

Alessandro Quattrocchi

Alessandro Quattrocchi

Il primo turno ci ha visto impegnati con l’IC Verdi P. Cafaro di Andria (Puglia) e iniziamo con entusiasmo vincendo per 2.5 a 1.5, con il pareggio di Alessandro che da il qualcosa in più necessario per superare il turno. Il secondo incontro venerdì 13 ci vede sconfitti per 3-1 dall’IC Begarelli di Modena con Roberto che segna per noi il punto della “bandiera”.
Il sabato ci vede impegnati intensamente, saranno 4 i turni da affrontare con un po’ di malumore tra i genitori che hanno visto i ragazzi fare un solo turno al giorno il giovedì ed il venerdì.
Iniziamo la maratona con un pareggio con il Giovanni XXIII Lauria di Potenza e continuiamo in mattinata, in settima scacchiera con l’IC Carducci King di Casoria (Napoli) perdendo di misura (2,5 a 1,5). Qualche segno di stanchezza affiora ed un anche un po’ di scoraggiamento ma la pausa pranzo e l’incoraggiamento del tecnico e dei genitori risolleva il morale e l’entusiasmo dei ragazzi che nel primo turno pomeridiano battono per 4-0 l’IC Hack Castel di Castellalto (Abruzzo). L’ultimo turno della giornata ci vede perdere per 3-1 con la DD Silvio Pellico di Torino, ma onestamente i nostri ragazzi erano praticamente…. già a letto.

088
L’ultimo turno, unico della domenica ci vede fronteggiare l’IC Armando Sforzi di Lucca che superiamo per 2,5 a 1, 5. Insomma tre vittorie, tre sconfitte ed un pareggio che ci piazzano al 18° posto tra le 31 scuole presenti. Naturalmente l’ultima partita vinta ci fa andare via con il sorriso, consapevoli, in previsione futura, che l’età gioca a nostro favore visto che la nostra squadra era sicuramente tra le più giovani del torneo.


Bellissima e suggestiva la premiazione con l’inno nazionale e con le premiazioni dei campioni delle categorie sulle note di “we are the champions”. Da palermitani e siciliani esultiamo quando è il turno del Liceo Cannizzaro che vince il torneo delle scuole superiori di II grado. Premiate anche le ragazze della Pugliatti di Taormina che giungono al quarto posto nella categoria Juniores Femminile.

013Giudizio finale estremamente positivo per questa nostra avventura sia nei risultati che nella permanenza favorita da una splendida organizzazione e da una location eccellente. Complimenti anche ai nostri amici della Monrealese, organizzatori consolidati oramai ai massimi livelli in campo nazionale.
Infine abbiamo rappresentato la Sicilia e Palermo nella sua interezza riunendo ben tre associazioni diverse: il Centro Scacchi il Città di Palermo e il Circolo Palermitano, mostrando così a tutti che “l’inclusione” è una ricchezza.
Chi invece esclude a priori… sbaglia, nella vita come nello sport.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *