Scaccomatto alla mafia: inaugurata la sede di Via De Gasperi

Si è tenuta ieri l’inaugurazione della sede del progetto “Condividendo” nel bene confiscato alla mafia sito in via De Gasperi 53 e concesso a titolo gratuito dal Comune di Palermo all’ Associazione Turismosicilia in collaborazione con il Centro Scacchi Palermo. All’evento hanno preso parte il Sindaco di Palermo Leoluca Orlando, l’Assessore Comunale Giuseppe Mattina, il Consigliere Comunale Gianluca Inzerillo, il Consigliere della Federazione Scacchistica Italiana e Vicepresidente del Centro Scacchi Palermo, Giuliano D’Eredità ed il Presidente di Turismosicilia Angelica Tantillo.

“Essendo un bene confiscato è giusto che sia restituito alla cittadinanza. Noi vogliamo portare la cultura in un luogo in cui veniva negata, perché conoscere arricchisce l’anima. Questo progetto rappresenta una grande sfida, – afferma Angelica Tantillo, presidente di Turismosicilia – l’intento è quello di creare uno spazio culturale nel senso pieno del termine in una prospettiva a lungo raggio.”

“Siamo felici che il comune ci abbia dato questa possibilità e cercheremo di aprire le porte alla cittadinanza nel modo più completo possibile” ha affermato Giuliano D’Eredità nel suo intervento.

Il progetto “Condividendo” si propone l’obiettivo di creare un centro polifunzionale dove potersi immergere in un ambiente stimolante in cui si svolgeranno attività che riguardano il gioco degli scacchi, l’insegnamento di inglese e cinese, un laboratorio di informatica, la scoperta delle bellezze artistiche di Palermo. Inoltre, verrà  realizzata una biblioteca dove leggere e rilassarsi.

“Sono contento di essere qui – ha affermato il Sindaco di Palermo Leoluca Orlando – oggi è diventata normale la rassegnazione dei beni confiscati che vengono finalizzati anche per la parte innovativa della città. Il gioco degli scacchi è uno strumento straordinario di socializzazione, un’esercizio di intelligenza e di rispetto del tempo. Possiamo dire – conclude Orlando – che oggi abbiamo fatto scacco matto alla mafia”.

Tanti i soci delle associazioni, ma anche molti curiosi hanno preso parte all’inaugurazione ed hanno chiesto informazioni sulle attività in cantiere.
Non è mancata occasione, inoltre, di giocare partite avvincenti nel corso del pomeriggio stesso. 

“Questa è la dimostrazione che Palermo in questi anni è cambiata tantissimo. Si tratta di un luogo importante per la città – afferma il Consigliere Comunale Gianluca Inzerillo – perchè dà la possibilità agli appassionati di fare comunità e di aggregarsi dall’età di 5 anni fino all’età adulta. “

Ha partecipato all’evento anche il giornalista de L’express Charles Haquet di Parigi che si trova in città per la stesura di un servizio su come è cambiata Palermo ponendo l’accento sull’assegnazione dei beni confiscati. “Sono molto onorato di essere presente in un momento importante per Palermo, in una nuova era in cui vi è un’aperta cultura contro la mafia”.  

“Ogni volta che un bene confiscato ritorna nelle disponibilità della comunità e viene riassegnato per riqualificarlo è per noi sempre un grande evento – afferma l’Assessore Mattina – ancor più se fatto per i ragazzi e per le attività formative. Spero che questo diventi un luogo educativo che faccia crescere tanti giovani e tanti ragazzi”

Il pomeriggio si è concluso all’insegna dell’agonismo, infatti, alcuni giocatori hanno colto l’occasione, a conclusione della cerimonia, per svolgere una partita del torneo training. Il consueto torneo di allenamento che vede i giocatori sfidarsi una volta a settimana ad una cadenza più “classica” rispetto ai soliti tornei rapid.

La sede è già aperta al pubblico ogni giorno dal lunedì al sabato dalle 17.00 alle 20.00 per chiunque socio e non voglia farsi una partita o conoscere le tante attività in cantiere.

GUARDA LA DIRETTA FACEBOOK DELL’EVENTO

 

 

 

 

 

 

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *